Presentazione del corso

Il corso di laurea magistrale in Biologia sperimentale e applicata (fino allo scorso anno "Biologia sanitaria e cellulare-molecolare") è rivolto alla formazione di laureati magistrali con una visione approfondita e integrata della biologia, con conoscenze avanzate sulla struttura e funzione dei sistemi biologici a livello molecolare e cellulare, per rispondere alle domande scientifiche che riguardano la biologia umana, vegetale e animale con un ampio approccio interdisciplinare.

Le competenze specifiche dei laureati sono sviluppate sia nel campo della ricerca di base che traslazionale, per la promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica in ambito biomedico/sanitario; nell'ambito della gestione e progettazione nei settori delle discipline biomediche, nella sanità pubblica e privata, presso enti, strutture e fondazioni che svolgono attività di ricerca applicata, quali industrie farmaceutiche, piccole e medie imprese nel settore della diagnostica e delle biotecnologie; nell'applicazione di metodologie, strumenti e tecniche di acquisizione ed analisi dei dati, per poter descrivere, interpretare e risolvere problemi biologici e biomedici complessi; nelle analisi biologiche in ambito forense; nello sviluppo, controllo e gestione di prodotti biotecnologici e biochimici in campo sanitario, ambientale ed industriale; nella valutazione dell'innovazione scientifica e tecnologica e nella comunicazione scientifica specializzata.

Il corso è articolato in 3 curricula:
  • Biologia Sanitaria
  • Biologia Cellulare e Molecolare
  • Biologia della Nutrizione

L’offerta didattica prevede un primo semestre comune ai tre curricula e percorsi differenziati nei semestri successivi. Oltre al nuovo curriculum, che contiene insegnamenti relativi alle applicazioni biologiche in ambito nutrizionistico, è stata ampliata l’offerta a disposizione degli studenti che sceglieranno gli altri curricula.